LABORATORIO di POTENZIAMENTO ed ESPRESSIONE VOCALE
Rivolto a insegnanti delle scuole primarie e secondarie

 

 

Il lavoro dell’insegnante è complesso: oltre ad aver fatto proprie conoscenze e nozioni deve anche saperle trasmettere. Nella trasmissione di questo sapere il ruolo della voce è fondamentale, ma se non la si sa ben gestire è facile incorrere prima o poi in disturbi funzionali, come l’afonia cronica, o in lesioni alle corde vocali, quali noduli o polipi.
Lo studio delle tecniche di respirazione e di uso della voce possono rivelarsi molto utili per evitare tali problemi e per migliorare, di conseguenza, la propria vita professionale e personale.
Come accade per un attore teatrale, un insegnante lavora costantemente di fronte a un pubblico (studenti, colleghi, genitori), davanti al quale deve assumere un ruolo in modo convincente senza lasciarsi influenzare negativamente dalle proprie vicissitudini personali. Attraverso la tecnica è possibile alzare molto la voce senza gridare e se necessario gridare senza ledere le corde vocali.
Saper controllare la respirazione può inoltre aiutare notevolmente a gestire lo stato emotivo anche in situazioni di forte stress.
L’acquisizione di una consapevolezza del funzionamento e uso della voce porta ad affaticarsi fisicamente meno e induce anche a una maggiore coscienza, e quindi controllo, del proprio corpo e del modo in cui si pone di fronte agli altri.

Migliora di conseguenza anche la gestione della prossemica, ossia delle relazioni sociali non verbali che il nostro corpo necessariamente stabilisce attraverso la sua posizione nello spazio.

Articolazione del lavoro

Questo percorso formativo mira a trasmettere agli insegnanti alcuni fondamentali principi tecnici, quotidianamente usati in ambito teatrale, che possano essere direttamente indirettamente utili alla loro professione e alla loro vita personale. Tuttavia non si tratta di insegnare a recitare una parte, ma di riscoprire un’organicità naturale nella gestione del proprio corpo e della propria voce.
Ove possibile, inoltre, si cercherà di migliorare o risolvere eventuali disturbi fonatori individuali.


Il lavoro è diviso in due parti:


- in un primo momento il riscaldamento guidato aiuta a concentrarsi sulla respirazione e a sciogliere poco a poco le tensioni muscolari. Dopodiché si passa a esercizi specifici per sviluppare l’elasticità e la forza dei muscoli fonatori e iniziare a prendere coscienza del funzionamento dello strumento vocale e quindi dei risuonatori del corpo. L’attenzione sarà concentrata il più possibile sul singolo, pur mantenendo la relazione col gruppo e lo spazio.


- nella seconda parte di ogni incontro si lavora sulle dinamiche spaziali e di gruppo, affrontando la gestione dei volumi e lo sviluppo delle possibilità espressive e comunicative.
Ci si accorgerà che si possono raggiungere risultati molto efficaci con poco sforzo fisico, imparando a non disperdere l’energia.
 

Per informazioni sulle nostre proposte formative e per costruire dei percorsi formativi su richiesta contattare:  infozaches@gmail.com

©2014 ZACHES TEATRO

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • w-googleplus
  • Instagram Zaches Teatro
  • Wix Facebook page

Associazione Culturale Teatrale Zaches Teatro - Via dell'Arrigo, 14 - 50018 Scandicci (FI)   - infozaches@gmail.com