La più bella esperienza che possiamo avere è il misterioso. E’ l’emozione fondamentale che sta alla culla della vera arte e della vera scienza. Chiunque non lo conosca e non possa più meravigliarsi è come morto e i suoi occhi sono ciechi.
Albert Einstein

 

 

Zaches Teatro è una compagnia di teatro e danza fondata a Firenze nel 2007.

Dal 2010 è sostenuta dalla Regione Toscana da cui riceve il contributo annuale.
E' stata riconosciuta dal Ministero della Cultura per il triennio 2015/2017 come Compagnia di Danza e dal 2021 come Compagnia di Produzione di Teatro di Figura e di Immagine.

Fanno parte del gruppo Luana Gramegna (coreografa, regista, drammaturga, formatrice), Francesco Givone (scenografo, mascheraio e light designer, docente di trucco, maschera teatrale e scenografia), Stefano Ciardi (compositore, musicista e sound designer), Enrica Zampetti (performer, formatrice e project manager), Gianluca Gabriele (performer, musicista, formatore).

L'eterogeneità delle competenze permette di creare un gruppo creativo compatto e trasversale, in cui ognuno è chiamato a dare contributi specifici in costante dialogo con gli altri.

POETICA

Fin dalla sua fondazione, Zaches Teatro è interessata a indagare il connubio tra differenti linguaggi artistici: la danza contemporanea, i mezzi espressivi del teatro di figura, l’uso della maschera, la sperimentazione vocale, il rapporto tra movimenti plastici e musica/suono elettronico dal vivo.

Votata alla ricerca di una raffinatezza formale ed espressiva basata sull’uguale cura drammaturgica dell’immagine, del suono, del testo e del movimento, la compagnia aspira a co(m)muovere lo spettatore all’interno del mondo che di volta in volta viene creato. Attraverso la partecipazione emotiva attiva di chi assiste allo spettacolo, abbiamo la pretesa di renderlo presente a ciò che vive e, in seguito, di spingerlo a riflettere, a criticare, ovvero a distillare un Senso personale.
Lo spettatore è uno degli elementi essenziali del rituale teatrale, senza cui lo spettacolo stesso non esiste.

E’ lo spettatore dunque a dare senso a ciò che accade sulla scena, senza che questa gli dica cosa pensare.

Zaches Teatro affronta l’attualità sottraendone l’evidenza e lasciando sulla scena la sua universale metafora: una forma di resistenza artistica basata sulla costruzione di una bellezza artigianale e accurata, che ricerca faticosamente la semplicità togliendo poco a poco il superfluo. 

FORMAZIONE

A fianco dell’attività produttiva, Zaches Teatro porta avanti percorsi di formazione e specializzazione per professionisti dello spettacolo, nei diversi ambiti della produzione, secondo le specificità e le competenze dei vari membri della Compagnia.

Progettiamo e conduciamo laboratori rivolti a studenti e agli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado.

Gli spettacoli della Compagnia vengono spesso accompagnati da laboratori di preparazione alla visione, rivolti soprattutto alle scuole e ad un pubblico di famiglie, in cui si affrontano sia i contenuti che i linguaggi specifici di ogni spettacolo.

PRODUZIONI E RICONOSCIMENTI

Dal 2007 al 2021 Zaches Teatro ha prodotto o co-prodotto 16 spettacoli:

One Reel 
Faustus! Faustus!

La favolosa vita di H.C. Andersen

Varietè

La trilogia della visione (Il Fascino dell’Idiozia, Mal Bianco, Lost in Time#1)

Il Minotauro e Il Minotauro. Viaggio di un eroe

Sandokan e Sandokan Parade

La Trilogia della Fiaba: Pinocchio, Cappuccetto RossoCenerentola

Racconti dal Bosco e Sibylla Tales

 

La maggior parte di questi spettacoli hanno ricevuto, menzioni e premi nazionali e internazionali

e 7 performance site specific:

Lost in Time#2

Pinocchio-un capriccio giapponese

tre performance di studio e analisi sul mito del Minotauro (Il filo di Arianna#Carceri; Il filo di Arianna#IMacelli; Il filo di Arianna#Sotterranei)

Wunderkammer - adoratori di feticci

Cappuccetto Rosso nel Bosco

 

COLLABORAZIONI NAZIONALI E INTERNAZIONALI

Tra dicembre 2012 e gennaio 2013 la compagnia è stata chiamata a collaborare alla creazione dello spettacolo Is there anybody out there? della Sayeh Theatre di Tehran (Iran) lavorando con i performer della compagnia.


Nel 2013 abbiamo curato regia, musica, allestimento e maschere di un Pinocchio collodiano in co-produzione con il Teatr Kukol’ di Ekaterinburg - Ministero della cultura della regione di Sverdlovsk, Russia, con gli attori della compagnia stabile del teatro ospitante. Lo spettacolo ha raccolto molti consensi e svariati premi, ovvero il premio per la Miglior Scenografia, Costumi e Maschere alla VII edizione dell’Int. Festival Great Petrushka di Ekaterinburg nel 2014 e al Concorso Nazionale Teatrale russo Arlekin nel 2016. E’ stato finalista inoltre come Miglior Spettacolo per il premio Arlekin di San Pietroburgo nel 2015 e nello stesso anno vince il premio Arlekin per la Miglior Attrice (nel ruolo della fata) al Festival di Teatro di Figura, d’Attore e di Maschera di Omsk, Russia.


Nel 2016 la Compagnia cura la regia e l’allestimento de Il Gatto con gli stivali, nuova produzione di opera lirica per ragazzi del Teatro Regio di Parma per la stagione Regio Young 2016/2017

Nel 2017 e nel 2018 collabora con As.Li.Co. Teatro Sociale di Como nel progetto Opera Education per la creazione di due spettacoli di opera lirica dedicati al giovanissimo pubblico (3-5 anni) con il format Opera Kids: Carmencita e L'elisir d'amore.

Nel 2017 estratti dello spettacolo Mal Bianco sono stati scelti per prestare suggestioni giapponesi al documentario su Van Gogh di Giovanni Troilo della serie Lost Paintings, prodotta da SkyArt, Italia, Gran Bretagna, Germania.